mercoledì 18 marzo 2015

Primo workshop “Donne punto e basta. Violenza di genere e stereotipi razziali, il servizio di mediazione culturale – linguistica” -corso di formazione di secondo livello G.e.A. - Genere e Antiviolenza

Il Workshop è aperto al pubblico e permetterà ai partecipanti di definire una serie di aspetti che attengono alla comunicazione in un contesto interculturale.
Il seminario alternerà momenti di riflessione, giochi di ruolo e di lavoro in gruppo per questo richiede una frequenza per tutto l’orario previsto e toccherà i seguenti temi: la definizione delle parole : cultura, stereotipo, discriminazione e razzismo; il ruolo della mediazione e il quadro normativo italiano ed europeo; quadro statistico della presenza immigrata nel territorio di Massa Carrara, i principali ambiti di applicazione della mediazione linguistica culturale: scuola, sanità e ambito giuridico penitenziario; le modalità per definire e organizzare un servizio di mediazione linguistico – culturale.
I temi trattati permetteranno di rispondere ad alcune domande: in un mondo globalizzato ha ancora senso parlare di identità culturale? Quale rapporto tra cultura e rispetto dei diritti umani: principi che contrastano o convivono? Oggi ha senso parlare di autenticità in un mondo che si contamina? Discriminazione positiva è lecita è possibile? Il mediatore o la mediazione come dimensione collettiva e competenza diffusa?
Certe che il seminario raccoglierà interesse e quesiti e che insieme troveremo le soluzioni!
In altre parole nulla di ciò che è,
nella misura in cui appare,
esiste al singolare: tutto ciò che è,
è fatto per essere percepito da qualcuno.
Non l’Uomo, ma gli uomini abitano questo pianeta.
La pluralità è la legge della terra.
Hannah Arendt 


Nessun commento:

Posta un commento