giovedì 6 luglio 2017

Body Shaming! No, grazie!

Il Body shaming (dall’inglese body = corpo e shame = vergogna) è la pratica meschina di spingere con le parole (ma spesso non solo quelle) una persona a provare vergogna del proprio corpo, poiché non rientra nei canoni estetici del tempo.

Prendere di mira, in special modo le donne, per il loro aspetto fisico è pratica molto diffusa. Non solo rifiutiamo questo comportamento meschino, ma ne condanniamo l'uso. 
Quindi vorremmo dire a certi leoni da tastiera che criticano e "prendono in giro" donne facendo body shaming:

1. Il problema vero qual è? Che una donna sia, secondo i canoni socialmente imposti, "troppo grassa" o "troppo magra", o che le vostre argomentazioni abbiano lo spessore di un moscerino spiaccicato sul parabrezza?!?!?!
2. Forse non vi rendete conto che potreste essere denunciati! Fateci un pensierino magari o cercatevi un buon avvocato.
3. Se proprio vi scappa il giudizio sulla fisicità di una donna, ricordatevi sempre che (forse) avete elementi (li avete vero?!?!?) per auto-valutare se questo livore in realtà non nasconda una grande invidia.
4. Se la donna in questione ricopre una carica pubblica e voi la offendete per la sua fisicità...beh...è evidente che non avete elementi per attaccarla sul suo operato!
5. Se il metro di giudizio che usate si basa solo sull'aspetto fisico di una persona, che dire, siete molto sfortunati, immaginiamo la pochezza che vi circonda!

Ci sarebbe molto altro da dire, ma abbiamo deciso che un post semplice e breve avrebbe avuto più chance di essere letto da tutt* coloro che si sentono leoni da tastiera, ma nella vita reale???

Nessun commento:

Posta un commento