venerdì 24 giugno 2016

Diario di bordo di una operatrice di centro antiviolenza



Diario di bordo di una operatrice di centro antiviolenza: 

ti alzi la mattina prepari i/le figli/e per la scuola, vai al centro fai i colloqui con le donne mentre la tua collega che gestisce il telefono h24 ti manda aggiornamenti, mentre pianifichi incontri con i servizi sociali, mentre altre colleghe prendono appuntamento con i referenti politici, mentre cerchi un buco nell'agenda per fare una raccolta fatti che sai durerà più giorni, mentre accompagni le donne dalle forze dell'ordine, mentre le nostre avvocate scendono in campo in tribunale, mentre fai relazioni su relazioni, mentre aggiorni i data base, mentre rendiconti progetti, mentre speri che altri progetti su cui hai lavorato mesi abbiano esiti positivi che di soldi non ce n'è, mentre la collega addetta alla comunicazione progetta brochure e striscioni e comunicati, mentre lavori al prossimo corso di formazione, mentre trovi posto alla riunione operativa settimanale, mentre vai a Firenze alle riunioni operative di Tosca, mentre vai ai gruppi di lavoro a Viareggio, mentre ti prepari per testimoniare in tribunale, mentre ti preoccupi di sostenere al massimo le donne che si rivolgono al centro, mentre ci pensi anche prima di dormire,mentre chi di noi ha il telefono h24 non smette neanche per dormire, mentre "no lì non ci vado perché non c'è campo e se chiamano?", mentre combatti quotidianamente per un cambiamento culturale, mentre ti batti per un linguaggio di genere e antisessista, mentre ti porti dentro le esperienze fatte coi ragazzi e le ragazze delle scuole, mentre senti che c'è speranza, mentre senti che non ce n'è, mentre ti confronti e conforti e sostieni con tutte le tue compagne di questo viaggio duro, durissimo,ma meraviglioso, mentre sai che Donne Unite Nell'Antiviolenza ha un significato ancora più grande che il nome del centro! Il centro che ami perché nonostante le storie dell'orrore che devi sentire tutti i giorni, siamo qui per questo, per aiutarti e supportarti ad uscire dalla violenza! 

Dedicato a tutte le grandi donne operatrici infaticabili del centro DUNA!




Nessun commento:

Posta un commento